tisane e infusi per depurarsi e curarsi

Le ricette che illustro nel mio blog, si basano su quantitavi stabiliti dalla mia erborista sulla base delle mie necessita’. Le erbe medicinali vengono calibrate sulla base delle mie reazioni alle stesse. Devo dire che, l’unica pianta medicinale che mi da qualche problema e’ la senna. Questa, e’ consigliata per combattere la stipsi. Personalmente mi provoca crampi addominali, pertanto deve essere ben bilanciata con gli altri ingredienti. Per questo motivo, evito le tisane gia’ confezionate che contengono questa pianta perche’ non so’ quanto sia bilanciata rispetto agli altri ingredienti. In caso di necessita’ la faccio confezionare su misura in erboristeria.

Nel blog ho inserito anche una piccola legenda dove potete trovare la descrizione delle erbe medicinali utilizzate per il confezionamento delle tisane e degli infusi da me utilizzati sino ad oggi.

Per l’infusione delle erbe utilizzo sia le classiche tisaniere, un infusore in vetro ed acciaio acquistato qualche tempo fa e devo dire validissimo che uso anche per l’infusione del te’ in foglia. Quando viaggio porto con me i colini in acciaio.

Cliccando sulle parole sottolineate trovate i prodotti da me testati e che mi sento di consigliare.

Saltuariamente, acquisto le tisane e gli infusi anche presso negozi BIO. Oltre ai prodotti in foglia ci sono una serie di prodotti in bustina veramente buoni. Personalmente trovo ottime le tisane della Yogi tea.

Avendo parecchie bustine di tisane, infusi e te’ utilizzo dei dispenser a piu’ scomparti per prelevarle comodamente, e’ un oggetto che consiglio, e’ veramente utile. Inizialmente, le conservavo nelle scatole originali ma occupavano troppo spazio. Da quando ho scoperto i dispenser non ne posso piu’ fare a meno.

Dopo questa breve premessa passiamo a definire quali sono le differenze tra tisana ed infuso e perche’ utilizzare l’una piuttosto che l’altro.

TISANA

e’ un preparato di diverse erbe aromatiche e fiori , che non devono essere bolliti. Questo perche’ il calore distruggerebbe i principi attivi in essi contenuti, devono essere infusi in acqua calda o fredda. Per dolcificare e’ consigliato l’uso del miele.

DECOTTO

Va precisato che, per corteccia, semi e radici, bisognera’ scegliere il decotto. Le parti di vegetali vengono immerse in acqua fredda in un recipiente con coperchio e portate ad ebollizione per 10/20 minuti. Come nel caso dell’infuso anche il decotto va bevuto appena pronto per evitare che i principi attivi si disperdano.

I

INFUSO

e’ composto da ingredienti provenienti da una stessa pianta ricchi di principi attivi che si volatilizzano velocemente al contatto con liquidi o calore . Per questo motivo si versa l’acqua calda sopra le erbe poste in un recipiente e vengono lasciate in infusione per 5/10 minuti. L’infuso deve essere assunto immediatamente dopo la preparazione per far si’ che i principi attivi non si disperdano con il vapore.