Elicriso liquirizia – essiccazione ed utilizzi

Finalmente anche la liquirizia e’ fiorita, il tocco di giallo intenso dona felicita’ alla mia aiuola delle spezie. Il nome esatto di questo tipo di erba aromatica e’ Elicriso liquirizia. In fioritura e’ senza dubbio ornamentale, provvedo all’essiccazione durante il periodo estivo. Non e’ assolutamente difficile coltivarla, non necessita di molta acqua, resiste al freddo e come per le altre erbe presenti nel mio giardino viene potata a fine febbraio, primi di marzo, dipende molto dalle temperature. Questo tipo di pianta aumenta molto di volume, le foglie sono allungate e di un colore grigiastro.Per sentire il profumo delle erbe aromatiche basta strofinare leggermente le dita sulle loro foglie e annusare. L’elicriso ha un odore di liquirizia mista a curry. Io utilizzo sia i fiori che le foglie essiccati. I fiori per tisane ed infusi, questa erba ha proprieta’ antinfiammatorie, drenanti ed e’ utile contro la rinite e tosse allergica. Io lascio in infusione un cucchiaino di preparato in una tazza da te e dolcifico con una punta di miele. Le foglie, una volta tritate le utilizzo in cucina per insaporire gli arrosti o per il pollo. Mischiate con altre erbe aromatiche ottengo un ottimo insaporitore per carni. Tengo da parte anche qualche rametto e lo metto direttamente sulle carni durante la cottura, quando voglio un gusto un po’ diverso rispetto al classico rosmarino. Per chi non ha la possibilita’ di coltivare direttamente le piante aromatiche, in commercio troviamo tisane con l’elicriso gia’ preconfezionate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *